Rischio incendi

Il territorio del Comune di CONVERSANO pur con la sua esiguità di superfici coperte a vegetazione boschiva e di macchia, non si sottrae agli incendi boschivi. Il PUTT/p alla serie 4 “boschi, macchia ……..” riporta alcuni siti identificati quali aree boscate. In particolare le aree sono identificate nelle località di:

  • Castiglione;
  • Lama Carbonelli;
  • Gravina di Monsignore;
  • Masseria Carenza;
  • Masseria Elefante;
  • Masseria Nepito;
  • Masseria Monte Ferraro;
  • Marchione.

Si deve evidenziare anche che il Comune di Conversano è dotato del “Piano antincendio per la riserva naturale regionale orientata dei Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore” i cui contenuti vengono implementati nel presente Piano di Protezione Civile.
A tal fine nella cartografia degli esposti a rischio di incendio di interfaccia sono stati inseriti anche i punti individuati dal piano precedente. In particolare sono stati anche inseriti i punti di approvvigionamento idrico individuati dallo stesso strumento e utilizzabili per le aree da esso segnalate.
La Legge quadro in materia di incendi boschivi, n. 353 del 21.11.2000 prevede, la creazione da parte dei Comuni del catasto degli incendi verificatisi nell’ultimo quinquennio, la loro localizzazione e la relativa perimetrazione, avvalendosi dei rilievi effettuati dal Corpo Forestale dello Stato, al fine di una concreta applicazione dei vincoli contemplati dall’art. 10 comma 1 della Legge suddetta.
In attuazione alla convenzione stipulata con la Regione Puglia, infatti il Corpo Forestale , ha provveduto dal 2000-2007 alla rilevazione e registrazione di tutte le aree percorse dal fuoco sul territorio regionale. Detto documento costituisce un importante strumento di conoscenza e di informazione ed è utile anche alla pianificazione di interventi di prevenzione e salvaguardia del territorio boschivo a rischio di incendi nell’ambito del territorio di competenza.
Nel presente piano, l’attenzione è stata focalizzata sugli incendi di interfaccia; per interfaccia urbano rurale si intendono quelle zone nelle quali l’interconnessione tra strutture antropiche e aree naturali è molto stretta, così da considerarsi a rischio d’incendio di interfaccia. L’incendio, infatti, può avere origine sia in prossimità dell’insediamento ad es. dovuto all’abbruciamento di residui vegetali o all’accensione di fuochi durante l’attività ricreativa in parchi urbani sia come incendio propriamente boschivo per poi interessare le zone di interfaccia .

Vedi anche: